BORGO MEDIOEVALE DI FINALBORGO E FINALE LIGURE

La Liguria è conosciuta non solo per il suo clima mite, la bellezza del suo mare e i suoi tipici prodotti enogastronomici, ma anche per il suo noto e affascinante borgo medioevale .

FINALBORGO è un borgo tra più caratteristici della Liguria. E’ il nucleo storico della città di Finale Ligure, il cui territorio si estende su due valli principali (percorse dai torrenti Sciusa, Porci e Aquila) e, verso levante, sino al promontorio di Capo Noli. Il borgo di Finalborgo fu fondata nel 1 186 da Enrico il Guercio, appartenente al ramo della famiglia Del Carretto che, da quell’epoca, fu definito con l’attributo «del Finale». La scelta del luogo fu dovuta a evidenti motivi strategico-difensivi: il promontorio roccioso, posto fra i due corsi d’acqua e l’incrocio di antiche vie di comunicazione assicuravano difesa e controllo dei traffici. Il Marchesato del Finale, dominato dai Del Carretto, acquisì una crescente potenza economica e militare tale da divenire oggetto di contesa con la Re-pubblica di Genova: la conseguente guerra comportò la distruzione pressoché totale del borgo a metà del XV secolo.

Finalborgo     FINALBORGO 2

La ricostruzione, decisa da Giovanni I del Carretto, fu completata sul finire del 1500: le strutture ancora oggi esistenti, quali le mura, le porte Reale e Testa, e il convento di Santa Caterina, risalgono a tale data. La prima metà del XVI secolo vide il pieno rifiorire del marchesato, anche grazie alla conferma imperiale del feudo Del Carretto, ma nuovi problemi con Genova determinarono, sul finire del Cinquecento, l’intervento diretto dell’impero. Ciò comportò il passaggio del marchesato alla Spagna. Iniziò così un lungo periodo di dominazione che lo rese una dipendenza sul mare del Ducato di Milano, ormai spagnolo. Risale a quel periodo la «Strada Beretta», dal nome del progettista, che univa Finalborgo a Milano dopo aver attraversato i monti e la Val Bormida. Restano, a testimonianza dell’epoca spagnola, il grandioso forte di San Giovanni, le trasformazioni di Costei Gavone (di carrettesca origine) in fortezza militare, il palazzo del governatore e il progetto di un eventuale porto a Varigotti. Nel 1713 il marchesato passò alla Repubblica di Genova e fu poi invaso, come tutta la Riviera di Ponente, dalle forze rivoluzionarie francesi sul finire del XVIII secolo. Divenne parte del Regno di Sardegna dopo la Restaurazione.

Finalborgo 4     Finale 1

Poco distante dal borgo medioevale, merita una visita anche il centro cittadino di Finale Ligure, noto per il suo museo civico, allestito a cura della Sezione Finalese dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri nei suggestivi locali del chiostro di Santa Caterina, rappresenta un esempio di moderna concezione espositiva. Vi sono diffusamente illustrate tutte le fasi della presenza umana sul territorio, dalla preistoria, con i numerosi reperti provenienti dalle grotte abitate per secoli, all’epoca romana, che aveva nel Finalese uno dei primi insediamenti seguenti alla conquista; al Medioevo e all’epoca moderna. Per visitare Finale e il suo entroterra trova la sistemazione SU MISURA per Te con LIFORYOU, l’Agenzia specializzata per la Liguria. Nel portale puoi trovare anche il tuo Hotel bike friendly nel Borgo oppure a Finale Ligure

finale 6   finale 4

Molto conosciuta è anche la pietra di Finale Ligure, nota per l’utilizzo in edilizia e per le arrampicate effettuate nel periodo invernale da sportivi provenienti da tutta Europa. E’ costituita da affioramenti di roccia calcarea, formatasi per sedimentazione nel periodo miocenico. E’ quindi ricca di tracce fossili di animali marini e di consistenza abbastanza tenera. Il fenomeno del carsismo ha determinato la presenza di un grande numero di cavità e grotte, alcune di notevole dimensione.

finalborgo hill climbing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *